ROSEXPO 2016 LECCE – Salone internazionale dei vini rosati

Al via la terza edizione di Roséxpo il salone internazionale dei vini rosati in programma dal 3 al 5 giugno 2016 e che si terrà nella splendida location del Castello Carlo V a Lecce. Il capoluogo salentino ospiterà un evento fondamentale per poter far conoscere al grande pubblico tutte le sfumature del vino rosato.

Il vino rosato è un tradizionale protagonista della tavola salentina da secoli, ed è proprio nela nostra terra che probabilmente risiedono le sue le più antiche e nobili origini, con testimonianze sul suo consumo datate addirittura al XVIII ° secolo. Il suo consumo anche se in continua ascesa tra il grande pubblico, risulta però ancora esiguo se confrontato al consumo di paesi come Francia, Stati Uniti e Germania, in Italia di vini bianchi e dei più blasonati rossi.

Salento fondamentale per il vino rosato anche perchè durante la seconda guerra mondiale nel 1943, nasce il Five Roses, il prodotto più conosciuto dell’azienda Leone De Castris ed il primo vino rosato ad essere imbottigliato e commercializzato in Italia. Durante l’ultima guerra, il rosato salentino di Leone de Castris “Il Five Roses” viene esportato negli Stati Uniti. Questo vino ha preso il nome da una contrada nel feudo di Salice Salentino che si chiama “Cinque Rose”.

Sui banchi della prestigiosa manifestazione con l’ausilio dei sommelier dell’AIS si potranno quindi degustare le migliori etichette di vino rosato salentino, le migliori etichette di rosati Italiani compreso il famoso Cerasuolo d’Abruzzo e una selezione di rosati internazionali comprese alcune etichette provenienti dalla regione Francese della Provenza. Saranno presenti più di 150 etichette italiane e 46 di quelle straniere provenienti da 14 diversi territori, dando la possibilità a neofiti, esperti ed appassionati del rosato di poter anche confrontare la produzione d’eccellenza salentina con diverse realtà di rosato del mondo.

Di seguito il link con il programma della manifestazione:

http://www.rosexpo.it/programma-2016/

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *