Con oltre 500.000 bottiglie prodotte e distribuite sul mercato nazionale ed estero la cantina Agricole Vallone, fondata nel 1934, è una delle realtà simbolo del tessuto agricolo, produttivo e vitivinicolo del Salento. L’azienda a tenuta familiare vanta una lunga storia imprenditoriale, portata avanti oggi dalle sorelle Vittoria e Maria Teresa Vallone che grazie al lungo legame con l’agronomo Donato Lazzari, da anni alla direzione tecnica dell’azienda e alla collaborazione pluridecennale con Saverino Garofano (figura storica dell’enologia del sud Italia), ha saputo affermarsi per rigore, serietà produttiva e qualità dei vini imbottigliati. Recentemente ad occuparsi della parte vinicola, con risultati importanti, è stata chiamata l’enologa Graziana Grassini che, valorizzando la storia e la tradizione produttiva della Agricole Vallone, ha saputo dare, modernità e rinnovato slancio ai vitigni autoctoni che hanno fatto la storia enologica del Salento. La sede amministrativa è a Lecce, mentre i territori adibiti a vigne sono dislocati nell’area della Doc Salice Salentino, della Doc Brindisi, della Igt Salento, tutte aree del nord Salento, storicamente vocate alla viticoltura e alla olivicoltura.

La filosofia produttiva dell’azienda è centrata sull’obiettivo di ottenere prodotti di qualità, senza perdere di vista le peculialità del territorio salentino. Territorio caratterizzato da una terra rossa e molto assolata, e dove le varietà autoctone di vite si adattano perfettamente alle condizioni pedoclimatiche grazie alla sapiente selezione operosa compiuta dal contadino salentino da ormai 3000 anni e più.

I vigneti si estendono su 660 ettari complessivi, di cui 170 ettari a vigneto, 120 ettari ad uliveto ed il resto a superficie agricola, per la produzione di carciofi e ortaggi in genere destinati al mercato nazionale e all’industria alimentare, sono l’azienda Flaminio nell’agro di Brindisi (310 ettari, di cui 110 a vigneto), l’azienda Iore nel territorio di San Pancrazio Salentino (40 ettari vitati), e l’azienda Castelserranova, nell’agro di Carovigno (312 ettari, di cui 20 a vigneto in corso d’impianto). Nelle aziende agricole, oltre agli ulivi secolari che caratterizzano anche dal punto di vista paesaggistico il territorio, sono principalmente presenti e coltivate, con diversi sistemi d’impianto, dal tradizionale alberello, alla spalliera, al cordone speronato, scelti a seconda delle esigenze, le classiche varietà che appartengono alla storia della viticoltura salentina: il Negroamaro, innanzitutto, utilizzato sia per i vini rossi che per i rosati, quindi il Susumaniello, la Malvasia nera, la Malvasia Bianca, ma anche il Montepulciano, introdotto e coltivato da molti decenni ed il Fiano.

Agricole Vallone è un azienda dinamica e aperta al nuovo, la Agricole Vallone, ha introdotto anche varietà alloctone, come ad esempio il Sauvignon, utilizzato per il Salento bianco Corte Valesio e per il passito Passo de le Viscarde. Ma il punto di riferimento dell’azienda è certamente il Negroamaro, un vitigno molto fine e molto delicato in vigna che, nell’agro salentino, si esprime al meglio con le potature corte di un alberello. Tutti i vigneti presentano una densità media di 4500 piante per ettaro e comprendono sia impianti recenti sia appezzamenti, soprattutto ad alberello basso, di età superiore ai 50 anni, che assicurano una produzione equilibrata e di grande qualità. I vigneti giacciono su terreni di natura calcareo argillosa, a struttura e composizione poco fertile e hanno un buon drenaggio. L’andamento dei vigneti è pianeggiante, poiché geograficamente le altitudini non raggiungono, nei casi maggiori, i cento metri di altezza sul livello del mare.

4,50
Sale!

Azienda vitivicola Agricole Vallone
Via XXV Luglio, 1
73100 Lecce LE